Crea sito

 

UNDERWATER WORLD

 

 

 

 

 

 

Home
Piante Contatti


Neoceratodus forsteri

pH
7.0
dGH
15° - 20°
Temperatura
22° - 28°
Lunghezza
180cm
Sinonimi Ceratodus forsteri,
Ceratodus miolepis
Habitat Australia, Queensland, nei fiumi Bennet e Mary. A causa di molte introduzioni da parte dell'uomo, questo pesce è molto diffuso nel Queensland. Vive solamente in acqua dolce.



Questo pesce ha un aspetto diverso dagli altri Dipnoi attualmente viventi che hanno corpo anguilliforme, scaglie piccole e pinne pari filiformi. ha corpo allungato ma massiccio con testa conica appiattita frontalmente ed occhi e bocca piccoli. La pinna dorsale, la pinna anale e la pinna caudale sono unite. La pinna dorsale ha origine a metà del dorso. Le pinne pari sono lobate e carnose, inserite in posizione ventrale. Le pinne pettorali sono subito sotto la testa, le pinne ventrali sono invece inserite molto più indietro.

- - - - - COMPORTAMENTO - - - - -

E' un pesce piuttosto pigro, con abitudini notturne. In contrasto con altri pesci Dipnoi, questa specie ha raggiunto lo stadio evolutivo relativamente presto difatti, a differenza dei pesci polmonati americani ed africani, quando le acque si ritirano, non riesce a seppellirsi nel fango andando in contro alla morte poichè la respirazione polmonare è solamente in ausilio a quella branchiale.

- - - - - ALLEVAMENTO - - - - -

Data la mole di questo pesce, persino l'allevamento in acquari pubblici risulta molto difficile. A dispetto di quanto appena detto però, è un pesce che non ha esigenze particolari; sopporta bene sia acque medio dure che medio acide. Preferisce le profondità di buche dalle acque molto lente o stagnanti, dai fondali ricchi di limo e fango anche se non disdegna le zone ghiaiose, dove può cacciare invertebrati e crostacei.
E' un pesce molto longevo difatti, il più vecchio esemplare allevato in cattività, è morto all'età di 84 anni presso l'acquario di Chicago nel 1933.



- - - - - RIPRODUZIONE - - - - -

Il dimorfismo sessuale è praticamente assente.
Questo pesce depone tra Agosto ed Ottobre; le uova, dal diametro di circa 7mm, sono ricoperte da una sostanza gelatinosa tipo quella delle uova di rana e vengono spesso ritrovate attaccate alle foglie di giacinti dmm'acqua galleggianti. L'accoppiamento si svolge in tre fasi, nella prima parte, una coppia di pesci inizia a nuotare assieme, perlustrando un'area alla ricerca di una posizione ideale per la deposizione; durante la seconda fase, il pesce che si presume esser il maschio, inizia a seguire la femmina spingendole i fianchi; nella terza ed ultima fase, la femmina si dirige nel folto della vegetazione per iniziare a deporre le uova, seguita dal maschio che attende il momento della fecondazione. Gli avannotti, che nascono sprovvisti di branchie esterne, usciranno dalle uova solamente dopo una decina di giorni.

- - - - - ALIMENTAZIONE - - - - -

E' un pesce onnivoro ed in natura si nutre prevalentemente di rane, girini, pesci, gamberetti, lombrichi, lumache, piante acquatiche e frutti caduti dagli alberi. Grazie ai suoi elettrorecettori può scovare facilmente molluschi nascosti, vermi o crostacei, mentre nuota nelle acque buie e fangose.

- - - - - NOTE E CUTIOSITA' - - - - -

Questo pesce è considerato un fossile vivente e, data la sua scarsa diffusione, è stato inserito tra le specie a rischio.
Grazie al governo Australiano, è stata vietata la sua commercializzazione.



crokman trademark