Crea sito

 

UNDERWATER WORLD

 

 

 

 

 

 

Home
Piante Contatti

Polipteridi (Polypteridae) sono l'unica famiglia di pesci dell'ordine dei Polipteriformi (Polypteriformes).
I membri appartenenti a questa famiglia vivono nelle acque interne del Continente Africano. Furono inizialmente individuati nelle acque interne del Nilo da Etienne Geoffroy de Saint-Hilaire, uno dei naturalisti che accompagnarono Napoleone nella sua campagna d'Egitto.
I Polipteriformi hanno corpo allungato e talvolta assai slanciato, di forma quasi anguina e completamente rivestito, eccezione fatta per il capo, di spesse scaglie ganoidi e romboidali, articolate fra loro e disposte a formare file oblique, costituenti nell'insieme una solida armatura. La testa, piccola e appiattita, è rivestita di placche ossee, che vengono a costituire una sorta di casco. Il carattere più saliente di questi pesci e quello da cui anzi essi traggono il nome, è da ricercarsi nella conformazione della pinna dorsale, che non è continua, ma suddivisa in numerose brevi pinnule, ciascuna delle quali è sostenuta da un raggio duro e da un certo numero di raggi molli. Non meno peculiari sono le pinne pettorali, di forma lobata e dallo scheletro composto da pezzi ossei omologabili, benché molto lontanamente, all'omero, al radio, al cubito e alle ossa del carpo e delle dita dei Vertebrati terrestri. Le pinne ventrali, qualora presenti, hanno posizione addominale; la pinna anale ha modeste dimensioni e la coda è di tipo dificerco. I Polipteriformi possono raggiungere la lunghezza totale di 1 m, sono provvisti di spiracoli funzionali e di vertebre di tipo olospondilo-anficelico ognuna delle quali possiede due paia di costole, una dorsale e una ventrale. Lo scheletro del cranio ha una struttura assai primitiva, restando in parte cartilagineo e mostrando nell'età adulta un numero limitato di ossificazioni. Interessante è la struttura delle arcate branchiali, alle ultime quattro di queste corrispondono altrettante fessure branchiali, aprentisi posteriormente all'arcata ioidea. I Polipteriformi possiedono una vescica natatoria, che ha grande importanza nella respirazione e si presenta sotto forma di duplice sacco asimmetrico posto al disotto dell'intestino, con il lobo destro esteso fino all'ano e quello sinistro fino allo stomaco. Questi due lobi confluiscono insieme all'estremità anteriore, ove quello destro si apre nell'esofago a mezzo di una glottide, in una fenditura longitudinale. La vescica natatoria, che viene considerata come una specie di polmone e cui giunge sangue ossigenato, non presenta alcuna struttura alveolare, ma le pareti interne sono leggermente pieghettate in senso longitudinale e il fondo inoltre rivestito di cellule pavimentose ciliate. Il cuore si compone di un atrio, di un ventricolo, di un cono arterioso allungato, muscoloso e munito di valvole disposte su sei raggi longitudinali, il cui numero totale può anche essere quello di 54. Alcuni giovani hanno branchie esterne. Quando la respirazione viene inibita, il pesce muore.


- Erpetoichthys calabaricus

- Polypterus delhezi
- Polypterus ornatipinnis
- Polypterus palmas
- Polypterus senegalus