Crea sito

UNDERWATER WORLD

Home
Piante Contatti

Myriophyllum mattogrossense

pH
6.4 - 7.5
Durezza
1° - 8°
Temperatura
24° - 28°C
Luce
Molto intensa
Provenienza Sud America
Dimensioni h = 60cm
Crescita Medio veloce

 

 

 

 

 

 

 

Scopritore

Hoehne 1915.

Famiglia

Haloragaceae.

Distribuzione

Equador, Brasile, Perù.

Descrizione

Butti lunghi 30 - 60cm, foglie emerse arrangiate in spirali tri - tetra merose, lunghe 10 - 13mm, larghe 3 - 5mm, pinnate, composte da 7 segmenti filiformi e pinnati su ogni lato. Foglie sommerse verde chiaro, disposte in spirali bi - penta merose, lunghe 20 - 50mm, larghe 10 - 35mm, pinnate, ognuna composta da 7 - 10 segmenti pinnati. Fiori bisessuali, solitari, sull'asse dello stelo. Brattee assenti. Fiori tetramerosi, con picciolo di 0,2 - 0,3mm, sepali assenti; petali asseni o in numero di 4; 4 stami; filamenti assenti o lunghi sino a 0,1mm. Antera rosso scuro; 4 stili rossastri. Ovaio da globulare a cubico, diviso in 4 mericarpi.

Coltivazione

La "vera" M. mattogrossense fu raccolta da Kasselmann in Equador e coltivata in acquariologia dal 1990. Questa pianta, molto richiedente e decorativa, è molto adatta alla coltivazione in acquario se mantenuta nelle condizioni ottimali di crescita. Per una crescita corretta e sana, questa pianta richiede un substrato molto ricco di sostanze nutrienti così come un'intensa illuminazione. Cresce ottimamente sia in acqua morbida che in acqua medio dura. La fertilizzazione tramite somministrazione di CO2 porta notevoli vantaggi nella sua crescita. La richiesta di nutrienti da parte di questa pianta è molto alta, portando quindi ad un bisogno di fertilizzazione continua. Il range ottimale di temperatura è di 24° - 28°C. Queste piante fioriscono abbondantemente anche in acquario.

Ecologia

Cresce in corsi d'acqua dalla corrente sostenuta, quasi completamente sommersa, in acque poco profonde, nei pressi delle sponde dei fiumi, raramente si trova emersa. Il substrato generalmente è sabbioso - paludoso. La insolazione tipica per questa pianta, in natura, va dal sole pieno al leggermente ombreggiato.

Varie

Per oltre 20 anni, il nome di Myriophyllum mattogrossense veniva usato in maniera scorretta per identificare la M. tuberculatum.