Crea sito

UNDERWATER WORLD

Home
Piante Contatti

Hydrocotyle vulgaris

pH
5.8 - 7.0
Durezza
2° - 6°
Temperatura
24° - 28°C
Luce
Intensa
Provenienza Vecchio mondo
Dimensioni h = 70cm
Crescita Veloce

 

 

 

 

 

 

 

Scopritore

Linnaeus 1753.

Famiglia

Apiaceae.

Distribuzione

Europa. Casi isolati in Africa nordoccidentale, nel Caucaso ed in Iran. Vi sono dei dubbi sulla sua presenza in Nuova Guinea e Australia.

Descrizione

Fusto strisciante con produzione di radici su tutti i nodi. Foglie emerse alternate, con picciolo sino a 15 cm di lunghezza, sommerse con picciolo fino a 70 cm di lunghezza. Internodi che arrivano a 15 cm. Lamina fogliare quasi orbicolare, peltata, rientrata ombelicamente nel mezzo, emersa fino a 5,5 cm, sommersa fino a 3,5 cm di diametro, a volte leggermente arcuata, con 7 - 12 vene; margine irregolarmente crenato nei giovani esemplari, solo vagamente riconoscibile nelle foglie mature. Infiorescenza singola ad ombrella, terminale o disposta in 2 verticilli sovrapposti, assiale, con picciolo breve, 3 - 5 fiori. Petali bianchi o rossastri. Frutti quasi sessili, lisci o leggermente crenati alla base.

Coltivazione

Questa specie può essere utilizzata sia per acquari di acqua fredda che piantumata sui bordi del laghetto e costituisce, grazie alla sua rapida crescita, un'ottima pianta per acquari tropicali. Inizialmente la pianta crescerà lentamente per poi andare a colonizzare tutto l'acquario nel giro di poche settimane. Questa caratteristica la rende idonea alla coltivazione nella parte centrale della vasca dove i suoi ombrelli offriranno un'ottima decorazione. Se si vuol evitare che i piccioli escano fuori dall'acqua, le foglie maggiormente picciolate dovranno essere potate regolarmente. E' quasi del tutto impossibile tenere questa pianta ad un'altezza inferiore ai 10cm. Questa specie ama una posizione molto luminosa in acquario. Si consiglia inoltre un substrato sabbioso ricco di sostanze nutritive. I valori dell'acqua sembrano svolgere un ruolo irrilevante per una crescita sana anche se, con acqua medio - dura e leggermente acida, la pianta otterrà sicuramente dei benefici. La coltivazione a temperature sino a 28°C non è per nulla complicata. A queste temperature la pianta crescerà ancor più rapidamente che in acquari di acqua fredda. La piantumazione degli steli può risultare difficile a causa della propensione della pianta al galleggiamento. La propagazione si ottiene attraverso la divisione del cauloma. E' interessante osservare la capacità delle lamine fogliari giovani di posizionarsi in verticale, verso la luce, pochi minuti prima di spegnere l'illuminazione o anche sotto l'influsso della luce diurna. Le lamine mature perdono questa capacità. Durante l'estate si formeranno numerosissime infiorescenze sulle piante emerse.

Ecologia

Le specie di solito crescono in luoghi palustri moderatamente acide tipo terreni di brughiera e torba, sui bordi di acque ricche di nutrienti e carenti di calcio. In acque poco profonde, le lamine fogliari galleggiano sulla superficie dell'acqua.

Varie

Nessuna.