Crea sito

UNDERWATER WORLD

Home
Piante Contatti

Echinodorus schlueteri

pH
5.5 - 7.0
Durezza
5° - 15°
Temperatura
22° - 25°C
Luce
Intensa
Provenienza Sud America
Dimensioni h = 25cm
Crescita Media

 

 

 

 

 

 

 

Scopritore

Rataj 1981.

Famiglia

Alismataceae.

Distribuzione

Diverse zone del Sud America, non si hanno indicazioni precise sui luoghi di provenienza.

Descrizione

Pianta palustre di medio piccole dimensioni, 5 - 25 cm di altezza. Foglie con picciolo fino a 20 cm. Lamina fogliare da ovoidale a ovoidale stretta, fino a 16 cm di lunghezza, 10 cm, con apice acuto o aciculato fine base più o meno cordata. Margine piatto o leggermente ondulato. La colorazione va dal verde chiaro al verde medio, in coltivazione immersa anche moderatamente rosso brunastro con più o meno intense macchie bruno chiaro; 5 - 9 vene. Linee pellucide e punti distinti. Le infiorescenze si formano sia sommerse che emerse, tracimati di gran lunga oltre le piante. Peduncolo dipendente, paniculato, triangolare, spesso con peluria stellata, peduncolo e infiorescenza fino a circa 70 cm di lunghezza, con 2 - 3 verticilli. Rachide triangolare. Ogni spirale con 3 - 9 fiori. Brattee 10 - 25 mm di lunghezza. Fiori con picciolo fino a 8 cm, 2,5 - 3,5 cm di diametro. Sepali 6 mm di lunghezza, larghi 5mm. Petali 2 x 2 cm; 20 - 24 stami, filamenti di circa 2 - 3 mm. Nucule circa 2.4 mm di lunghezza, 1,2 - 1,5 mm di larghezza, non curve, alifere, 3  nervature su ogni lato e un totale di 3 - 6 ghiandole; rostro circa 0,5 mm di lunghezza.

Coltivazione

L'E. schlueteri è una tra le più adatte e raccomandate per la coltivazione in vasca, combinando in modo ottimale un aspetto decorativo, una coltivazione semplice come pure una rapida moltiplicazione. E' sicuramente adattabile alle diverse condizioni dell'acqua. Sono stati ottenuti buoni risultati di crescita sia in acque morbide come pure in acque medio-dure, con valori pH compresi tra 7.0 e 8.0. Un substrato ricco di nutrimenti aiuta ad aumentare la formazione di radici forti e, quindi, l'assorbimento dei nutrienti, anche se cresce bene anche in un substrato ghiaioso. Se le carenze nutrizionali diventano visibili (lamine fogliari trasparenti o crescita negativa in generale), bisogna iniziare ad utilizzare un metodo di fertilizzazione della colonna d'acqua. Le piante, ovviamente sembrano prosperare meglio a basse temperature (22 - 25°C) rispetto a temperature più elevate (fino a 30 ° C) che vengono ancora tollerate. L'Echinodorus schlueteri apprezza particolarmente la presenza d'azoto, difatti cresce molto bene in vasche molto popolate dove la somministrazione di cibo è elevata e dove le sostanze marcescenti abbondano sul fondo. Anche se non può essere additata come una specie molto esigente in fatto di luce, questa pianta si svilupperà meglio sotto intensa illuminazione ed in posizione a se stante. L'Echinodorus schlueteri genera numerose piante avventizie sulle infiorescenze che regolarmente si formano bene anche sotto il pelo libero dell'acqua.

Ecologia

Non si hanno indicazioni precise sui luoghi di provenienza. Si sa solamente che popola corsi d'acqua o stagni dove il movimento dell'acqua è molto lento.

Varie

Nessuna.