Crea sito

UNDERWATER WORLD

Home
Piante Contatti

Cabomba caroliniana

pH
4.5 - 7.0
Durezza
sino a 10°
Temperatura
23° - 25°C
Luce
Medio alta
Provenienza America
Dimensioni h = 150cm
Crescita Veloce

 

 

 

 

 

 

 

Scopritore

Gray 1837.

Famiglia

Cabombaceae.

Distribuzione

Stati Uniti orientali, Sud America orientale, parzialmente naturalizzata in Asia.

Descrizione

Pianta acquatica con butti sino a 150cm. Foglie opposte. Lamina fogliare con contorno da reniforme a quasi circolare, lunghe 2 - 3cm e larghe 3 - 6cm, pentamerose alla base, segmenti fogliari di e tricotomicamente dissezionati numerose volte e con numerosi segmenti capillari in modo tale che ogni foglia riesca ad avere circa 200 segmenti.La pianta ha una colorazione verde opaco - verde chiaro, a volte tendente al rosso vinaccia. Butti floreali più o meno numerosi con lunghi piccioli estesi dalle scarse foglie galleggianti. Lamina del fiore intera, piatta, felpata, da ampiamente ellittica a quasi circolare, di colore verde con sfumature rosse nella parte superiore, rosso vinaccia - violetto nella parte inferiore, di dimensioni 15 - 20 x 1,5 - 2cm. Fiori con piccioli di circa 10cm, circa 5 - 12mm di dimensioni. Fiori trimerosi di 6 - 15mm di diametro, , con 2 o 3 sepali e petali verdastro - bianchi, 1 - 6 stami e 3 carpelli. I petali hanno chiazze alla base di colore bianco giallastro, molto auricolati, 1 - 4 ovuli per carpello. Semi ellissoidali o ovoidali, tubercolati, di dimensioni 3,5 x 2,5mm. Petali bianchi nella Cabomba aquatica, giallo opaco nella var. flavidia, viola rossastri nella var. pulcherrima.

Coltivazione

Tra le specie di Cabomba coltivate in acquario questa è senza dubbio la più diffusa e la più facile da mantenere. Per prosperare, questa pianta ha bisogno di acqua morbida e leggermente acida. Anche se la Cabomba caroliniana è quella che richiede minor illuminazione tra le Cabombaceae, se si mantiene un'illuminazione medio forte, questa pianta svilupperà numerosi butti laterali. Queste piante vengono anche coltivate in acqua troppo calda, esaurendosi rapidamente. La temperatura, quindi, non dovrebbe eccedere i 25°C per prolungati periodi. Gli steli di questa pianta possono essere tranquillamente piantumati in un substrato per lo più composto da sabbia o ghiaietto fine.

Ecologia

La Cabomba caroliniana popola sia acque stagnanti che corsi d'acqua con correnti medio veloci, ad una profondità anche superiore al metro e mezzo. La Cabomba caroliniana var. flavida occupa bene o male gli ambienti simili alla Cabomba caroliniana, con l'unica differenza che la var. flavida cresce esclusivamente in acque ferme o molto lente e sviluppa butti più corti. Entrambe prosperano in substrati paludoso-sabbiosi.

Varie

Esistono quindi 3 tipi di Cabomba caroliniana, la var. caroliniana, la var. flavida e la var. pulcherrima. Le ultime due sono raramente coltivate.